L'elisoccorso atterra sul Gra

Piazzole per gli elicotteri del 118. Zingaretti: «Così interventi tempestivi»
piazzole graLe operazioni di soccorso sanitario con l'intervento di elicottero sul Grande Raccordo Anulare di Roma e sull'autostrada Roma-Fiumicino da ieri sono diventate più rapide. Sono operative, a ridosso delle aree di servizio del Gra, sei delle otto piazzole per l' elisoccorso rimesse a nuovo in occasione del Giubileo. Ammonta ad oltre 250 mila euro la cifra spesa dall'Anas e dalle società che gestiscono
le aree interessate per ristrutturarle. Ogni piazzola è stata dotata della segnaletica prevista dalla legge, ripulita, recintata e provvista di una manica a vento di segnalazione e di luci. Quattro minuti il
tempo di arrivo dell'eliambulanza presso ognuna delle otto basi dal decollo da quella di via Salaria.

Gli interventi saranno gestiti in coordinamento tra Anas, Polizia stradale, Ares 118 ed Elitaliana Spa. Ieri mattina un'esercitazione congiunta, nell'area di servizio Magliana Nord, ha simulato un intervento di eliambulanza con il coinvolgimento di tutti i soggetti deputati a garantire le misure di sicurezza e di soccorso in caso di emergenza. «Sul Grande Raccordo Anulare sono circa 1.500 gli incidenti ogni anno, non tutti codici rossi chiaramente, ma molti richiedono l'intervento dell'ambulanza e quello che si garantirà da oggi è il ricov ero in pochi minuti nell'ospedale più appropriato. Una grande rivoluzione e soprattutto un altro segnale che, passo dopo passo, la sanità nel Lazio sta cambiando e migliorando in special modo per quanto riguarda l'adeguatezza dei servizi», ha detto il governatore del Lazio Nicola Zingaretti. «L'obiettivo è facilitare gli interventi di soccorso sanitario
mediante eliambulanza in un contesto che, per gli elevati volumi di traffico, presenta criticità legate alla tempestività dei soccorsi per gli utenti coinvolti in incidenti, ma anche per la sicurezza
dello stesso personale soccorritore », ha aggiunto il presidente Anas Gianni Vittorio Armani.

Fonte Leggo Roma (Edizione 20-05-2016)