logoat

                                                                                         

 

itenfrdeptrues

Ustioni e lesioni da elettricità

Si definisce ustione, una lesione della cute, indotta da agenti di varia natura, dotati di energia lesiva superiore alle capacita’ difensive della barriera cutanea.

Le ustioni possono essere causate da 4 diversi tipi di agenti, che sono attivati da differenti fonti, provocando distinte categorie di danno:

 

Le differenti fonti
Agenti
Tipi di danno
Fiamme, fonti di luce intensa, compresa la luce solare, vapori, liquidi bollenti, oggetti solidi arroventati termico ustione
Numerosi acidi, basi ed altre sostanze caustiche chimico causticazione
Corrente alternat e continua, fulmini elettrico ustione
Raggi X e gamma, energia nucleare generalmente ma anche raggi ultravioletti della luce solare nucleare ustione

La gravità di un’ustione dipende da cinque fattori: dalla temperatura, dal tempo di esposizione, dalla localizzazione, dall’estensione e profondità ed infine dall’età e dalle condizioni di salute del soggetto ustionato.

La classificazione, in base alla profondità, permette di distingerle in ustioni di I°, II° e III° grado.

Ustione di I grado: interessa la parte più superficiale della cute, l’epidermide, che si presentaarrossata eleggermente gonfia, il bruciore è localizzato. Questa lesione guarisce da sola senza lasciare cicatrici.

Ustione di II° grado: interessa anche lo strato sottostante, il derma. L’arrossamento è evidente, il paziente lamenta un dolore intenso, compaiono delle vescicole. Se non adeguatamente trattata, guarisce lasciando una leggera cicatrice.

Ustione III° grado: tutti gli strati della cute sono interessati, l’epidermide, il derma ed il tessuto sottocutaneo, a volte sono presentizone di carbonizzazione coninteressamento anche dei tessuti sottostanti, i muscoli e le ossa. Il dolore non è presente nelle zone carbonizzate mentre è molto intenso nelle zone circostanti. Guariscono lasciando cicatrici molto evidenti.

COSA FARE

Valutare sempre la sicurezza della scena!

La regola generale consiste nel raffreddare la zona ustionata , senza cercare di togliere gli abiti adesi, e, successivamente, coprire il paziente con dei teli puliti.

E’ opportuno chiamare il 118 in tutti i casi in cui l’ustionedetermini una difficoltà respiratoria o siano presenti segni di ustione intorno alla bocca ed al naso;se l’ustione è localizzata alla testa, al collo, alle mani, ai piedi ed ai genitali; nelle ustioni di II° e III° grado presenti nell’anziano e nel bambino; infine,tutte le volteche l’ustione siacausata da elettricità, sostanze chimiche ed esplosioni, per il rischio di lesioni associate.

Causticazioni di cornea e congiuntiva

Sciacquare immediatamente l’occhio con un getto d’acqua continuo a bassa pressione, ad esempio, sotto il rubinetto, tenendo con due dita le palpebre dell’infortunato bene aperte.

Ustioni chimiche

Bisogna allontanare il paziente dall’agente chimico, togliere gli abiti, sciacquare con abbondante acqua corrente, avvolgendolo in teli bagnati e quindi coprendolo con delle coperte.