Sono la prima causa di morte delle vittime di trauma, l’età più colpita è tra i 15 e 24 anni. La causa principale sono gli incidenti stradali, seguiti dalle cadute accidentali. La mortalità delle vittime che giunge in coma in ospedale oscilla tra il 30 ed il 50%.
Sono una importante causa di invalidità permanente ed i sopravvissuti possono manifestare paralisi, disturbi del linguaggio , memoria ed alterazioni del comportamento.
Vanno sempre considerati traumi gravi.

LESIONI CEREBRALI

DISTINGUIAMO:
•    Commozione cerebrale
•    Contusione cerebrale
•    Ematomi cerebrali

Commozione cerebrale

E’ dovuta allo scuotimento del cervello all’interno della scatola cranica
Si manifesta con una perdita di coscienza di breve durata, il paziente è in stato confusionale può presentare amnesia, possibile cefalea. Si risolve senza esiti negativi.


Contusione cerebrale

E’ presente un edema  del tessuto cerebrale con aumento della pressione endocranica.
Si può manifestare coma fin dall’inizio oppure il paziente può passare da  uno stato di sopore al coma.

Ematomi

E’ il risultato di un sanguinamento all’interno del cranio per rottura di un vaso, con conseguente aumento della pressione endocranica: è fondamentale la precocità di un intervento chirurgico per  salvare la vita alla vittima.

Segni e sintomi

Cambiamento del livello di coscienza, alla quale si possono associare: convulsioni, nausea e vomito, cefalea persistente, disturbi dell’equilibrio, visione disturbata e fuoriuscita di sangue o di altri liquidi dal naso o dalle orecchie.

Cosa fare

Chiamare il 118, ridurre il più possibile i movimenti della testa, se la vittima è incosciente, è necessario garantire la pervietà delle vie aeree, controllare eventuali emorragie esterne, mantenere la temperatura corporea, monitorare i parametri vitali e , se possibile, somministrare ossigeno.